Corso base

PROGRAMMA CORSO BASE MEDIATORI 54 ORE
ISCRIVITI

ADR MEDIAFORM ITALIA srl propone il percorso formativo di 54 ore per ottenere il titolo di mediatore di controversie civili e commerciali, riconosciuto dal Ministero della Giustizia al fine dell’iscrizione negli elenchi dei mediatori di organismi pubblici e privati. Il corso è a carattere intensivo e si sviluppa in 6 giornate. E’ a numero chiuso con un massimo di 30 partecipanti.

A chi è rivolto Il corso è rivolto:

  • a chi vuole intraprendere la professione di mediatore e che sia in possesso dei requisiti di cui alla normativa vigente, ovvero che possieda un titolo di studio non inferiore al diploma di laurea universitaria triennale o, in alternativa, che sia iscritto a un ordine o collegio professionale;
  • agli avvocati, commercialisti ed altri consulenti che assistono le parti in mediazione;
  • a tutti coloro che vogliono conoscere al meglio il nuovo strumento della mediazione per motivi professionali, aziendali o personali.

Obiettivi L’obiettivo primario del corso è quello di offrire ai partecipanti la preparazione di base teorica e pratica per iniziare ad intraprendere la professione di mediatore. La frequenza del corso ed il superamento della prova finale saranno certificate con il rilascio di un attestato e consentiranno la partecipazione alle selezioni periodiche dei mediatori per l’iscrizione nell’elenco di ADR MEDIAFORM CAMPANIA srl ed il conseguente inserimento nel programma di tirocinio assistito. Per chi decide di non intraprendere la professione di mediatore il corso consente un ampliamento della specializzazione professionale, di comprendere gli effetti giuridici e pratici della nuova normativa in materia di mediazione, di sperimentare moderne tecniche di negoziazione, di apprendere concetti di base sulle dinamiche relazionali e di applicare le tecniche di base di gestione dei conflitti. Per avvocati e consulenti il corso consente di acquisire strumenti per assistere al meglio la propria clientela nelle procedure di mediazione.

Metodologia didattica Fa leva su un corpo docente con una radicata esperienza in ambito professionale e su un programma di lavoro intenso, stimolante e partecipativo:

una forte interazione docente-partecipante, con numerose sessioni dedicate all’analisi e discussione di casi pratici; interventi e testimonianze da parte di professionisti ed operatori del settore; un meccanismo di valutazione dei partecipanti basato su test individuali, simulazioni in gruppo e partecipazione in aula; un modello formativo finalizzato alla crescita professionale e allo sviluppo personale ed individuale. E’ consigliabile che i partecipanti lavorino preventivamente sul materiale disponibile on line, previa registrazione nell’apposita area riservata, permettendo così la partecipazione attiva al processo di apprendimento.

La metodologia didattica segue le indicazioni delle norme che regolano la formazione del mediatore, che prevedono l’alternarsi di lezioni teoriche e di prove pratiche, avvalendosi di supporti multimediali. Particolare attenzione è rivolta alle simulazioni, strumento di fondamentale importanza per apprendere e praticare le tecniche di mediazione professionale. Gli aspetti normativi sono affrontati con particolare attenzione alle criticità, promuovendo il dibattito ed il confronto tra il docente e i partecipanti.

PROGRAMMA CORSO BASE MEDIATORI DA 54 ORE

I MODULO 5 ORE,Introduzione.Tecniche di comunicazione e di ascolto – Argomento programma ministeriale: Tecniche di gestione del conflitto e di interazione comunicativa (art. 18.f, D.M. 180/10)

Presentazione del corso, finalità e possibili opportunità; Auto presentazione dei corsisti e team building l ruolo della comunicazione in mediazione; Trasmissione e ricezione del messaggio; Approfondimenti, domande e feedback della percezione qualitativa della giornata di lezione del corso.

II MODULO 6 ORE, I metodi ADR e la normativa di riferimento – Argomento programma ministeriale: Normativa nazionale e internazionale in materia di mediazione e conciliazione (art. 18.f, D.M. 180/10)

Gestione dei conflitti e metodi ADR, i limiti del diritto; Esperienze internazionali e principi comunitari; La normativa di riferimento italiana; Approfondimenti, domande e feedback della percezione qualitativa della giornata di lezione del corso.

III MODULO 6 ORE, I metodi ADR e la conciliazione paritetica e il ruolo delle associazioni dei consumatori – Argomento programma ministeriale: Normativa nazionale e internazionale in materia di mediazione e conciliazione (art. 18.f, D.M. 180/10)

I metodi di ADR, oltre la mediazione finalizzata alla conciliazione Cenni alla disciplina dei diritti dei consumatori e degli utenti Le associazioni dei consumatori, struttura e competenze; Conciliazione paritetica ed associazioni dei consumatori/utenti: protocolli di intesa nazionali; La class action, prospettive e risorse; Approfondimenti e domande; Attività pratica di conciliazione; Approfondimenti, domande e feedback della percezione qualitativa della giornata di lezione del corso.

IV MODULO 6 ORE La figura del mediatore – Argomento programma ministeriale: Compiti e responsabilità del mediatore (art. 18.f, D.M. 180/10)

Compiti, responsabilità e caratteristiche del mediatore; Il mediatore e la sua etica (rinvio ai cd. codici deontologici); Il mediatore come nuova figura professionale;

V MODULO 6 ORE, Le tecniche della mediazione – Argomento programma ministeriale: Metodologia delle procedure facilitative e aggiudicative di negoziazione e di mediazione anche con riferimento alla mediazione demandata dal giudice (art. 18.f, D.M. 180/10)

Ruolo degli avvocati, dei commercialisti e degli altri professionisti in generale nella mediazione; la mediazione demandata dal giudice Inventario autovalutativo; Tecniche di mediazione; Le fasi della mediazione; Attività pratica di mediazione; Approfondimenti, domande e feedback della percezione qualitativa della giornata di lezione del corso.

VI MODULO 6 ORE, Gli Organismi di mediazione accreditati – Argomenti programma ministeriale: compiti e responsabilità del mediatore ed Efficacia e operatività delle clausole contrattuali di mediazione e conciliazione, forma, contenuto ed effetti della domanda di mediazione e dell’accordo di conciliazione (art. 18.f, D.M. 180/10)

Gli Organismi di Mediazione e l’accreditamento del Ministero di Giustizia; Rapporti tra mediatore e Organismi di mediazione, rapporti tra Organi Direttivi dell’Organismo e mediatori; Alla scoperta del ruolo del mediatore; Principi, natura e funzione della mediazione; Funzione e natura dell’accordo; apporti con la tutela contenziosa; Attività pratica di mediazione Approfondimenti, domande e feedback della percezione qualitativa della giornata di lezione del corso.

VII MODULO 5 ORE, La procedura di mediazione – Argomento programma ministeriale: Efficacia e operatività delle clausole contrattuali di mediazione e conciliazione, forma, contenuto ed effetti della domanda di mediazione e dell’accordo di conciliazione (art. 18.f, D.M. 180/10)

Le clausole di mediazione; La domanda di mediazione; Il verbale di conciliazione; Approfondimenti, domande e feedback della percezione qualitativa della giornata di lezione del corso.

VIII MODULO 5 ORE, ESERCITAZIONI PRATICHE – Argomento programma ministeriale: Tecniche di gestione del conflitto e di interazione comunicativa e Metodologia delle procedure facilitative e aggiudicative di negoziazione e di mediazione (art. 18.f, D.M. 180/10)

Visione di casi pratici Simulazioni di procedure di mediazione Approfondimenti, domande e feedback della percezione qualitativa della giornata di lezione del corso.

IX MODULO 5 ORE, ESERCITAZIONI PRATICHE – Argomento programma ministeriale: Tecniche di gestione del conflitto e di interazione comunicativa e Metodologia delle procedure facilitative e aggiudicative di negoziazione e di mediazione (art. 18.f, D.M. 180/10)

Attività pratica di mediazione finalizzata alla conciliazione Approfondimenti, domande e feedback della percezione qualitativa della giornata di lezione del corso.

X MODULO 4 ORE: Valutazione finale dei corsisti (esame scritto e attività pratiche)

La valutazione finale consiste in momenti distinti ma consequenziali:

1) Somministrazione di un test scritto con domande a risposta multipla vertenti sul contenuto del corso

e sulle competenze apprese.

2) Valutazione dei corsisti durante una simulazione di mediazione dal vivo, anche tramite l’utilizzo della

Check-list (analisi della controversia tramite la sottoposizione del corsista ad una serie di elaborati volti alla verifica delle competenze apprese durante il corso.